Maternità surrogata

Maternità surrogata

In Ucraina l’utilizzo delle tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita è rigorosamente regolato dalla Legge № 787 del Ministero della Salute dell’Ucraina (del 09.09.2013).

Secondo questa legge  l’utilizzazione del programma di maternità surrogata è possibile solo avendo indicazioni medici seguenti:

vv_ico l’assenza del’utero;

vv_ico le deformazioni della cavità uterina o della cervice uterina a causa di malformazioni congenite o in conseguenza delle malattie sofferte che impediscono di portare in grembo il bambino;

vv_ico la sinechia della cavità uterina, che non si può curare;

vv_ico i tentativi falliti ripetuti della fecondazione assistita ( più di 3 volte).

Cos’ è la maternità surrogata?

In casi di trattamento dell’infertilità quando la donna non può portare “un bambino concepito in un tubo” con l’aiuto di fecondazione in vitro (FIVET), i genitori biologici devono rivolgersi ad una madre surrogata. Maternità surrogata è uno dei metodi di trattamento dell’infertilità usando le tecniche di PMA (Procreazione Medicalmente Assistita) quando un embrione creato con la FIVET, usando l’ovulo e/o lo sperma dei genitori “committenti” è trasferito ad una donna sostitutiva. Nonostante che altra donna porta e nasce il bambino, solo i  genitori “committenti” sono considerati i genitori  veri del piccolo legalmente e di fatto.

Il programma di maternità surrogata consiste degli fasi seguenti:

vv_ico La selezione della madre surrogata; una madre surrogata

vv_ico la sincronizzazione del ciclo mestruale del paziente e della madre sostitutiva, la preparazione degli embrioni;

vv_ico il trasferimento dell’embrione nell‘utero della donna sostitutiva;

vv_ico crioconservazione degli embrioni non utilizzati;

vv_ico la diagnostica della gravidanza;

vv_ico il controllo della gravidanza della madre surrogata;

vv_ico la scelta d’un metodo e posto di parto, il metodo dell’allattamento del neonato insieme con il medico curante;

vv_ico i genitori genetici possono assistere al parto.

Secondo i requisiti dell’ordine del Ministero della Salute dell’Ucraina del 29.12.2003 N 620 “Sull’organizzazione di concessione dell’aiuto ostetrico e ginecologico in Ucraina”, tutta l’assistenza medica necessaria è provvista al neonato dopo il procedimento di maternità surrogata.

In giorno di dimissione dall’ospedale tutta l’informazione necessaria relativa al bambino, nato da una donna surrogata, si riferisce al telefono ad una clinica pediatrica (sul luogo di residenza).

Se i genitori del bambino nato da una madre surrogata sono stranieri, loro devono dare l’indirizzo del abitazione temporanea fino al momento di compilare formulari per la partenza.

La registrazione del bimbo, nato da una donna sostitutiva è effettuata in conformità alla legge dell’Ucraina avendo il certificato di consanguineità genetica dei parenti con il feto e anche la dichiarazione della madre surrogata per scrivere i genitori genetici come i parenti ufficiali.