Sanguinamento dopo fecondazione in vitro

24.04.2020
Categoria:

La fecondazione in vitro è un passo molto serio e importante nella vita di una coppia. Questa procedura li aiuta a realizzare il sogno tanto atteso: diventare i genitori. La fecondazione in vitro comprende molte fasi che attraversano sia un uomo che una donna.

Lo stadio dopo il transfer dell’embrione e l’ulteriore supporto alla gravidanza è uno dei più importanti. Perché è stata superata una lunga strada e ora è necessario salvare il feto durante tutta la gravidanza.

In realtà in questa fase, una donna inizia una nuova vita. In questo momento, inizia ad osservare e ascoltare tutti i cambiamenti nel suo corpo, aspettandosi segni positivi di essere incinta.

Comincia a provare sintomi di gravidanza, sente come il bambino si sta sviluppando nell’utero. Ha sintomi di gravidanza, nausea, affaticamento, alterazioni dell’appetito, gusto e olfatto sono aggravati, nuove perdite dalla vagina, ma può anche apparire sanguinamento vaginale all’inizio.

Ed oggi parleremo del sanguinamento dopo la fecondazione in vitro.

Analizziamo brevemente cosa succede nel periodo successivo al transfer dell’embrione.

Una volta nella cavità uterina, l’embrione si prepara per l’impianto nell’utero. È attaccato al muro con l’aiuto di microvilli e inizia a svilupparsi. Produce una grande quantità di gonadotropina corionica umana, che è un importante indicatore della gravidanza. In realtà, si determina se la procedura di fecondazione in vitro ha avuto successo o meno.

Durante questo periodo, una donna può avere delle perdite vaginali. La caratteristica delle perdite vaginali è un indicatore importante che mostra lo stato di salute riproduttiva di una donna e il successo della fecondazione in vitro. Anche prima dei risultati di laboratorio, in base alla natura della secrezione, il medico può dire come procede il periodo dopo il transfer.

Dopo aver eseguito la procedura di trasferimento dell’embrione, il medico di solito consiglia di usare gli assorbenti quotidiani. È su di loro che la donna osserverà la natura della secrezione, in modo che in seguito informerà il medico.

Anche dopo il transfer dell’embrione, possono comparire lievi spotting. Quindi un Kotex può essere verniciata con le secrezioni in rosso, marrone o rosa, che appaiono approssimativamente da 7 a 12 giorni e durano 1-3 giorni. Tale secrezione è considerata la norma.

Quali possono essere le cause del sanguinamento dopo il transfer?

Esistono diverse cause delle perdite sanguigne dopo il trasferimento dell’embrione. Esse caratterizzano i processi che si verificano nel corpo di una donna durante questo periodo.

Prima di tutto, può essere associata alla precedente stimolazione controllata dell’ovulazione, che è stata applicata per ottenere degli ovuli. Nel ciclo naturale dopo l’ovulazione, se non si verifica la fecondazione, dovrebbero passare le mestruazioni. In realtà ci sono, ma non a pieno titolo. Durano 1-2 giorni, non abbondanti, macchiati di natura e indolori. Non ti preoccupare,esse non rappresentano una minaccia.

La seconda causa del sanguinamento è precisamente l’impianto dell’embrione nella parete uterina. Per attaccarsi l’embrione deve passare lo strato superiore dell’endometrio con i suoi villi. Così si formano i microtraumi e il sangue viene rilasciato da loro.

Questi sanguinamenti possono essere accompagnati dalle sensazioni spiacevoli ed i disturbi dell’addome inferiore, ma non dolorose. Appaiono sotto la forma di alcune macchie del sangue sull’assorbente o sulla biancheria intima. Sono di colore marrone, rosa o rosso scuro e possono durare per diverse ore fino a un giorno. La loro caratteristica principale è una scarsa quantità del sangue e l’intensità del sanguinamento non cambia durante l’intero periodo.

Di solito il medico avverte della possibilità di tale sanguinamento in modo che una donna non si preoccupi e si comporti con calma. Ma vale la pena ricordare che potrebbe non esserci una perdita del sangue. Molto spesso l’impianto dell’embrione avviene senza il sanguinamento e generalmente senza le sensazioni estranee. Pertanto, non preoccuparti della mancanza di essi.

 Altre cause di sanguinamento dopo il trasferimento dell’embrione possono essere:

  • Stress. Compreso quello che una donna sperimenta durante la procedura di fecondazione in vitro. Devi preoccuparti di meno e passare più tempo a rilassarti.
  • Mancato rispetto delle raccomandazioni mediche. Dopo il trasferimento dell’embrione, il medico formula raccomandazioni rigorose, come il divieto dei bagni caldi. In realtà le violazioni di questo requisito possono causare emorragie.

Ė considerato normale il sanguinamento che si verifica durante la prima o la seconda settimana dopo il trasferimento dell’embrione .

Più tardi durante la gravidanza, non dovrebbe esserci alcun sanguinamento; la presenza del quale può indicare i problemi ed i disturbi minacciosi.

Quale sanguinamento è considerato minaccioso?

Oltre ad un sanguinamento normale, una donna può avere quelli che minacciano di interrompere la gravidanza o addirittura la sua vita.

La caratteristica dei sanguinamenti pericolosi:

  • La quantità del sangue. Il sanguinamento intenso in breve tempo, di color rosa brillante o rosso.
  • Il dolore. Il sanguinamento è accompagnato dal dolore acuto
  • La durata. Il sanguinamento a lungo termine. Più di 3-4 giorni
  • Il periodo. Il sanguinamento nella terza e nelle settimane successive dopo il transfer può anche indicare una condizione minacciosa

Cosa fare con l’emorragia e qual è il primo soccorso?

Se il sanguinamento è normale  non devi preoccuparti, perché lo stress può aumentarlo. Prima di tutto, devi informare il tuo medico per fertilità  e seguire tutti i suoi consigli. Durante questo periodo, devi condurre uno stile di vita parsimonioso, eliminare l’attività fisica, lo stress, rilassarti di più e monitorare la natura del sanguinamento, riferendo al medico sui cambiamenti.

Se compaiono i sintomi del sanguinamento pericoloso, è necessario agire in modo chiaro e rapido, poiché tale sanguinamento può essere un segno di un aborto spontaneo e presentare una minaccia per la vita della donna.

In caso di tale perdita di sangue, procedere come segue:

  • Chiamare un’ambulanza e informare il medico.
  • Non fare prendere dal panico. Il panico aumenta il battito cardiaco e di conseguenza l’emorragia. Esso interferisce anche a un’azione adeguata.
  • Se sono stati prescritti farmaci emostatici, prenderli.
  • Mettersi in una posizione orizzontale.
  • È possibile applicare un impacco freddo sull’addome inferiore. Ciò ridurrà l’intensità dell’emorragia.

A volte il sanguinamento può significare che l’impianto non è avvenuto e si è verificato l’aborto spontaneo. Non c’è bisogno di preoccuparsi e prendersi dal panico subito. Secondo le statistiche, il secondo e il terzo protocollo hanno generalmente più successo del primo.

C’è anche una probabilità del 25% che dopo il primo tentativo fallito di fecondazione in vitro, la gravidanza può verificarsi naturalmente durante il rapporto sessuale. Pertanto, non mollare e fare del tutto per poter realizzare il tuo sogno più grande. La cosa principale è seguire i consigli e le prescrizioni del medico e tutto andrà bene.

  • Contattateci

    La maternità surrogata può provocare tante domande, incertezze e preoccupazioni. Non preoccupare! La nostra conoscenza ed esperienza hanno già aiutato alle coppie a far luce su tutti gli aspetti di questo problema. Sarete anche voi i genitori felici con il nostro aiuto!

  • Potresti essere interessato a:
    02.04.2020
    FIVET Progesterone
    La funzione riproduttiva femminile dipende dai diversi fattori, tra cui la salute dei genitali e lo stato ormonale. Succede spesso che il naturale equilibrio degli ormoni il corpo viene rotto, che influenzi ulteriormente la fertilità.
    Maggiori dettagli
    02.02.2015
    Congelamento degli ovuli. Che vantaggi ha la vitrificazione
    La donna moderna cerca la carriera di successo, la stabilità finanziaria, l’indipendenza, e poi pensa di diventare la madre. Per questo motivo, vitrifacazione degli ovuli è uno dei metodi (di Procreazione Medicalmente Assistita) più richiesti.
    Maggiori dettagli
    27.03.2020
    Fecondazione in vitro: pro e contro
    Secondo le statistiche, il 20% delle coppie affronta i problemi del concepimento. Le difficoltà possono sorgere per diversi motivi, tra cui prevalgono i problemi della salute individuali.
    Maggiori dettagli
    Richiedere una chiamata
    * Required fields