L’utero in affitto in Europa

Nella maggior parte dei paesi europei, questa tecnologia di PMA è vietata. In alcuni paesi, la violazione della legge in questo settore comporta gravi punizioni (in Austria, Germania, Francia, Norvegia, Svezia, Estonia, Italia).
La maternità senza scopo di lucro è permessa nel Regno Unito, nei Paesi Bassi, in Danimarca, in Portogallo e nella Repubblica Ceca.
Essa è legale in Ucraina, Russia, Bielorussia.
Ma in Grecia, Belgio, Spagna e Finlandia, questo metodo di PMA non è regolato dalla legge, ma non è proibito.

Russia

La tecnologia presente è legale e regolamentata a livello legislativo. La legislazione russa nel settore delle tecnologie riproduttive presenta molti difetti, il principale dei quali è che la madre surrogata può cambiare idea e rifiutare di consegnare il figlio a coppia sposata (genitori biologici).
La cosiddetta “presunzione di maternità” funziona in Russia, secondo la quale la madre è quella che ha partorito, e non importa che non abbia una connessione genetica con il bambino.
Sì, la madre surrogata gesta e dà alla luce un bambino per una coppia sposata, il loro rapporto è regolato dal contratto, ma i coniugi possono diventare i genitori legali del bambino solo con il consenso della donna. Tali contraddizioni possono creare serie difficoltà che saranno un ostacolo anche rivolgendosi alla legge. Inoltre, la surrogata può contestare il fatto dei diritti genitoriali sul bambino anche dopo alcuni anni.
I genitori biologici hanno il diritto di rifiutarsi dal bambino dopo la sua nascita.
I servizi di utero in affitto in Russia possono essere utilizzati dalle coppie sposate, dalle donne single e persino dagli uomini single.

Bielorussia

In Bielorussia nel 2016 il metodo di questa tecnologia di PMA è diventato legale grazie alla nuova sezione del “Codice su matrimonio e famiglia”. I servizi di una madre surrogata vanno prestati solo alle coppie, che per motivi della salute non possono diventare genitori da sole senza assistenza medica.
La legislazione definisce chiaramente che i diritti dei genitori di un bambino appartengono a una coppia sposata; la surrogata non ha alcun diritto per un bambino. In Bielorussia i requisiti per una donna che vorrebbe gestare un bambino per una coppia sono severi:

  • una donna deve essere sposata,
  • avere un bambino proprio,
  • rispettare la legge,
  • avere il consenso del marito,
  • non essere registrata da uno psichiatra o un tossicologo,
  • avere l’età da 20 a 35 anni.

Un nuovo emendamento alla legge ha consentito alle donne non sposate, che hanno già figli adulti, di partecipare al programma.
L’utero in affitto non commerciale è consentito solo se la donna è una parente . Durante la gravidanza, la “madre”non ha il diritto di fumare o bere alcolici. Per violazione dei requisiti, una donna paga una multa e potrebbe perdere la retribuzione.

Ucraina

In Ucraina sono consentiti tutti i metodi di tecnologie di riproduzione assistita, compresa la maternità surrogata, la cui uso è regolato da una serie degli atti normativi. Il costo accessibile del trattamento dell’infertilità, un alto livello della medicina, un’ampia selezione dei programmi sono un elenco incompleto dei motivi per cui le coppie di tutto il mondo vengono in Ucraina per diventare i genitori.
Il campo della medicina riproduttiva in Ucraina si sta sviluppando rapidamente, qui lavorano più di 30 cliniche private di PMA e ogni anno si tengono i congressi internazionali ai quali vengono specialisti di tutto il mondo.
La legge non limita l’importo pagato alla madre surrogata (retribuzione). Tutti i diritti dei genitori di un bambino appartengono a una coppia sposata, una surrogata non pretende a un neonato e non può contestarlo in tribunale ai sensi della legge.
La legislazione controlla rigorosamente la qualità delle procedure mediche svolte nell’ambito del programma e definisce chiaramente i diritti e gli obblighi di una coppia sposata e di donna gestante.

Repubblica Ceca

Nel 2014 una sezione sulla maternità surrogata è apparsa nel “Codice civile di Repubblica Ceca”. Una donna sposata o non sposata può diventare una surrogata. C’è un difetto nella legislazione del paese: una madre surrogata può rifiutare di consegnare il bambino ai genitori. In questo caso, la legge è dalla sua parte.

Italia

Questa tecnologia in Italia è proibita dalla legge allo stesso modo come la donazione degli ovociti. La punizione per aver violato la legge è grave: la reclusione fino a 3 anni + la multa fino a 1 milione di euro.
La FIVET è consentita solo alle coppie sposate, per le persone single questo metodo di trattamento dell’infertilità non è disponibile. Nel paese è anche vietata la crioconservazione degli embrioni.
Tali severi restrizioni sono associate all’autorità della Chiesa cattolica, che influenza in modo significativo la legge e l’opinione pubblica.
Il governo italiano non proibisce ai suoi cittadini di recarsi nei paesi vicini per il trattamento dell’infertilità, dove la maternità surrogata e altri metodi di PMA sono legali.

Germania

La Germania ha approvato ” La legge sulla protezione degli embrioni “, che vieta l’utero in affitto e la donazione degli ovociti. Sul territorio del paese è severamente vietato qualsiasi azione illegale con una nuova vita umana.
Ė consentito dalla legge di dare alla luce solo il figlio genetico. La fecondazione in vitro viene effettuata solo con gli ovuli propri. Il 30% delle donne tedesche partoriscono grazie alla fecondazione in vitro.

Polonia

Questa tecnologia in Polonia rimane illegale, mentre sono consentiti gli altri metodi delle tecnologie di riproduzione assistita. La madre del bambino è la donna che l’ha partorito. Il trasferimento di un neonato ad altre persone non è possibile ai sensi della legge.
La legalizzazione del metodo della maternità surrogata nel paese è ostacolata dalla Chiesa cattolica, che ha un grave impatto sulla legislazione e sull’opinione pubblica.

Grecia

L’utero in affitto in Grecia non è vietato, ma la legge impedisce l’uso della sua forma commerciale. Ciò significa che si può diventare una surrogata solo per i motivi altruistici, la legge proibisce un versamento di qualsiasi retribuzione.
Tuttavia, una donna viene compensata per invalidità temporanea dopo il parto per un importo di 10.000 euro.

Spagna

In Spagna la maternità surrogata è vietata, ma la legge non prevede alcuna punizione per l’utilizzo di questo metodo di trattamento dell’infertilità. Lo stato non proibisce alle coppie di utilizzare i servizi delle madri surrogate al di fuori del paese, ma dal 2014 il governo ha sospeso l’emissione della cittadinanza per i bambini nati con l’uso di questa tecnologia di PMA.
  • Contattateci

    La maternità surrogata può provocare tante domande, incertezze e preoccupazioni. Non preoccupatevi! La nostra conoscenza ed esperienza hanno già aiutato le coppie a far luce su tutti gli aspetti di questo problema. Sarete anche voi i genitori felici con il nostro aiuto!

  • Potresti essere interessato a:
    18.07.2018
    La maternità surrogata in Inghilterra (Gran Bretagna)
    In Inghilterra (Gran Bretagna), la maternità surrogata è legale solo per i cittadini del Regno Unito. Le madri surrogate in Inghilterra possono fornire i loro servizi esclusivamente a costo zero.
    Maggiori dettagli
    18.07.2018
    Maternità surrogata in Francia
    La Francia è uno dei paesi più progressisti al mondo. Sin dai tempi delle colonie, si è affermata come un paese forte e indipendente. La legislazione locale è molto severa e univoca in tutte le direzioni. Quindi, nel caso della maternità surrogata, rimane unanime.
    Maggiori dettagli
    10.08.2018
    La maternità surrogata è vietata nell' Ucraina?
    Negli ultimi due mesi c’è stato un sacco di rumore intorno ai programmi di maternità surrogata in Ucraina. Il motivo di questa ondata sono stati i nuovi dettagli su uno dei programmi di maternità surrogata, che è stata effettuata nella clinica “BioTexCom” 7 anni fa.
    Maggiori dettagli
    Richiedere una chiamata
    * Required fields