Infertilità inspiegabile

30.12.2020
Categoria:
Infertilità inspiegabile
In questo articolo

L’infertilità è l’incapacità di una coppia di concepire un figlio nel corso di un anno, durante il quale un uomo e una donna hanno avuto una vita sessuale regolare e non hanno usato la contraccezione. Questa è una sindrome grave che colpisce circa il 20% delle coppie sposate in Ucraina.

Le cause di questo possono essere problemi di salute in entrambi i coniugi. Il fattore femminile di infertilità include:

  • disturbi ormonali (aumento del contenuto di ormoni maschili, situazione stressante, grave perdita di peso, obesità);
  • traumi e danni all’utero o alle appendici .;
  • endometriosi;
  • disturbi congeniti degli organi riproduttivi;
  • sindrome delle ovaie policistiche;
  • età;
  • aborti frequenti o interventi chirurgici sugli organi pelvici;
  • malattie oncologiche.

A sua volta, l’infertilità maschile si verifica non meno frequentemente dell’infertilità femminile, circa il 46-48% dei casi.

I fattori avversi possono essere:

  • varicocele;
  • disturbi ormonali;
  • inferiorità dello sperma;
  • anomalie nello sviluppo del sistema riproduttivo;
  • ostruzione del dotto deferente;
  • trauma genitale;
  • fattore neuropsichico;
  • neoplasie.

Ma ci sono casi in cui, anche dopo un esame approfondito di entrambi i coniugi, il medico non può stabilire il motivo esatto dell’impossibilità di concepire un bambino. Quindi viene stabilita la diagnosi di infertilità inspiegabile. Viene anche chiamata infertilità indeterminata o idiopatica.

Questa diagnosi viene data quando una donna ha un ciclo mestruale regolare, i test ormonali sono nella norma, le tube di Falloppio sono passabili, la cavità uterina è senza particolarità, non ci sono sintomi ed endometriosi. Per un uomo, tutto è più semplice, è sufficiente avere un’erezione stabile, il numero di spermatozoi corrisponde alla norma e non ci sono anticorpi antisperma nel sangue.

La diagnosi di “infertilità idiopatica” è il fatto che la diagnosi è ancora imperfetta. Sebbene 40-50 anni fa, tale diagnosi fosse scritta nella metà di tutti i casi, mentre oggi non supera il 10%.

Ma in ogni caso, se una coppia non può avere figli, deve sottoporsi a una diagnosi completa.

Una donna è prescritta:

  • visita ginecologica;
  • esami generali del sangue e delle urine;
  • esami del sangue per gli ormoni;
  • Ecografia degli organi pelvici;
  • isterosalpingografia;
  • Laparoscopia;

Gli uomini hanno bisogno di meno esami e impiegano meno tempo delle donne. Pertanto, è sempre consigliabile iniziare con un uomo.

Ha bisogno di effettuare:

  • spermogramma;
  • analisi del sangue ormonale;
  • analisi del sangue per cause genetiche;
  • Ecografia genitale.

L’infertilità della genesi poco chiara suggerisce che l’attuale diagnostica non è in grado di stabilire tutte le cause della patologia del sistema riproduttivo umano e abbiamo qualcosa a cui aspirare.
A volte ciò è causato dall’ incompatibilità dei partner a livello biologico o immunologico. Ciò è giustificato dalle situazioni in cui gli sposi non hanno potuto concepire un figlio per molto tempo e, dopo lo scioglimento del matrimonio, ognuno di loro ha presto figli.

Gli specialisti identificano diversi fattori che possono essere alla base dell’infertilità idiopatica:

  • Ovulazione irregolare;
  • Patologie genetiche a livello cromosomico;
  • Formazione degli anticorpi che distruggono l’uovo;
  • Violazione dell’attività motoria delle tube di Falloppio;
  • Attività sessuale non regolare;
  • Violazione della penetrazione dello sperma nell’uovo;
  • Incompatibilità immunologica della coppia.

Se a una coppia sposata è stata data una diagnosi del genere, questo non significa che devi disperare e fermarti.

I medici possono offrire ai coniugi diversi metodi di trattamento, questi sono:

  1. Stimolazione ovarica. Questa è una terapia farmacologica con l’obiettivo di provocare lo sviluppo dei follicoli ovarici e l’ovulazione.
  2. Inseminazione intrauterina con lo sperma del coniuge. Fecondazione dell’uovo viene eseguita, iniettando artificialmente lo sperma maturo del partner direttamente nella cavità uterina della donna, precedentemente preparato con preparati ormonali).
  3. Fecondazione in vitro – FIVET. Un metodo in cui le fasi del concepimento e dello sviluppo precoce dell’embrione avvengono al di fuori del corpo della madre, ma con l’aiuto di uno specialista della riproduzione in un laboratorio.
  4. Maternità surrogata. Gestare un bambino da una donna per altre persone che diventeranno i suoi genitori dopo la nascita.

Il successo del trattamento in termini di gravidanza è diverso. Pertanto, quando si sceglie un metodo di trattamento, il problema viene risolto individualmente con il medico. Le tecniche di riproduzione assistita sono considerate essenziali nella terapia dell’infertilità. E nella maggior parte dei casi, essi presentano l’unico rimedio efficace.

Potresti essere interessato a:
10.04.2020
Sindrome di Asherman o sinechie intrauterine
Il problema dell’infertilità è molto rilevante nel nostro tempo. E nonostante il fatto che la medicina di oggi si stia sviluppando abbastanza rapidamente, le statistiche mostrano solo un aumento delle coppie sterili nel mondo. La sterilità femminile è divisa in 2 grandi categorie: mancanza di concepimento e incapacità di dare alla luce un bambino. Il problema di un aborto spontaneo è più grave.
Maggiori dettagli
28.07.2020
Fecondazione in vitro e sovrappeso
È noto da tempo che il sovrappeso può essere la causa dei molti problemi di salute. E il sistema riproduttivo di una donna non fa eccezione, perché ci sono molti studi che dimostrano che il sovrappeso è spesso la ragione dei tentativi falliti di fecondazione e gravidanza in generale.
Maggiori dettagli
31.03.2020
Consigli da seguire prima di FIVET
La fecondazione in vitro (FIV) è un metodo di fecondazione assistita che viene utilizzato se una donna avesse dei problemi di concepire. Il concepimento viene eseguito fuori dal corpo di una donna, ma sotto la stretta supervisione degli specialisti.
Maggiori dettagli