Varicocele

22.06.2020
Categoria:

Fino a poco tempo fa, si riteneva che il matrimonio sterile fosse generalmente dovuto a problemi di salute delle donne. Ma gli studi moderni dimostrano che l’infertilità maschile rappresenta circa il 45-49% di tutti i casi e può essere associata a molte malattie del sistema riproduttivo maschile, ma una delle malattie comuni associate all’infertilità è il varicocele.

Che cos’è varicocele?

Il varicocele è una malattia piuttosto grave che si sviluppa a causa dell’espansione delle vene del cordone spermatico. Di solito soffre il testicolo sinistro, a causa della sua anatomia. La patologia si sviluppa gradualmente, è caratterizzata da una violazione del deflusso di sangue dallo scroto con i testicoli, a causa delle violazioni nel sistema delle valvole venose e, di conseguenza, si perde l’elasticità dei vasi. Abbastanza spesso, la malattia inizia in modo asintomatico e può svilupparsi per diversi anni. Spesso diagnosticato nelle fasi iniziali nei ragazzi di 14-16 anni, durante gli esami preventivi.

Si distinguono varicocele primario (idiopatico) e secondario (sintomatico). Il secondo si sviluppa di solito a seguito delle violazioni della vena cava inferiore.

A seconda delle manifestazioni , è suddiviso nelle seguenti fasi:

  • 0 grado. Sintomaticamente non appare, i cambiamenti di palpazione sono assenti. È possibile identificare la malattia durante studi strumentali, come l’ecografia Doppler o l’ecografia.
  • 1 grado la palpazione può determinare le vene cambiate durante la tensione muscolare e in posizione verticale.
  • 2 grado è possibile una determinazione visiva delle vene varicose e dei cambiamenti nel testicolo.
  • 3 grado Le vene varicose sono visibili ad occhio nudo, una chiara violazione della funzione testicolare.

Questa è una malattia piuttosto pericolosa e non solo un difetto estetico. A causa dell’espansione delle vene, la quantità del sangue attorno al testicolo aumenta e di conseguenza aumenta la temperatura nello scroto, che influenza direttamente la formazione dello sperma e la loro qualità. E di conseguenza, si sviluppa l’infertilità maschile.

Perché si verifica il varicocele?

Le ragioni principali che contribuiscono allo sviluppo del varicocele includono:

  1. Genetico. Un motivo molto popolare che viene diagnosticato è la tendenza alle vene varicose, che viene ereditata. Si manifesta come debolezza congenita della parete vascolare ed è solitamente accompagnato dalle vene varicose di altre vene ad esempio , sulle estremità inferiori.
  2. Attività fisica costante associata al sollevamento dei pesi. Aumenta il carico sulle valvole e sulle pareti delle vene, che alla fine si consumano e si espandono, di solito è un fattore provocante concomitante e non la causa dello sviluppo della malattia.
  3. Disturbi anatomici congeniti, accompagnati dagli eccessi e compressione sulle vene e sul cordone spermatico.
  4. Neoplasie simili a tumori, premono sulla parete delle vene. Riducendo il lume del vaso, il deflusso del sangue si deteriora e nel tempo la vena si espande.
  5. Aumento del peso corporeo, obesità. Una causa abbastanza comune di tutte le vene varicose, incluso il varicocele.
  6. Anche i processi infiammatori cronici dei testicoli possono diventare un fattore nello sviluppo del varicocele.
  7. Mancanza della vita sessuale regolare. Il rapporto sessuale contribuisce alla piena circolazione del sangue nei vasi dei testicoli e del pene, consente di mantenere i vasi in tono regolare. La sua assenza riduce il flusso sanguigno e può anche diventare un fattore nello sviluppo della malattia.

Come si manifesta il varicocele?

Vale la pena notare che nelle fasi iniziali la malattia non si manifesta. Molti uomini vivono con essa da un po ‘di tempo e hanno persino figli. Ma a volte, uno dei fattori può provocare lo sviluppo attivo della malattia e la comparsa dei primi sintomi.

Dolore ai testicoli. Uno dei primi sintomi che un uomo sperimenta durante lo sviluppo della malattia. Dolore di natura tirante, sensazione di pesantezza nello scroto, che appare durante lo sforzo fisico, i rapporti sessuali o le procedure termiche (sauna). I dolori passano a riposo e sdraiati. Ma con lo sviluppo della malattia, il dolore assume un carattere permanente e porta un grande disagio.

Violazione del rapporto sessuale. Molto spesso, il varicocele provoca una mancanza di erezione. Ciò è direttamente correlato al fatto che l’erezione richiede un flusso sanguigno completo.

Lo sviluppo dell’infertilità. Il varicocele porta ad un aumento della temperatura nei testicoli e quindi diminuisce la quantità e la qualità dello sperma. Di conseguenza, le possibilità di fecondazione sono ridotte. A volte questo può essere l’unico sintomo e la malattia viene diagnosticata quando la coppia va dal medico con infertilità e non sospetta nemmeno che il marito abbia una malattia grave.

Come viene diagnosticato il varicocele?

Prima di tutto, il medico esamina e palpa i testicoli e lo scroto. A volte già in questa fase, può sospettare lo sviluppo della malattia. Ma per confermare la diagnosi, vengono prescritti metodi diagnostici strumentali.

  • Ecografia dello scroto. Sullo schermo, il medico può vedere i cambiamenti anatomici nelle corde spermatiche, le neoplasie che premono su di esse o le stesse vene dilatate.
  • Dopplergrafia dei vasi sanguigni. Durante questo studio, sono visibili l’espansione delle vene, i loro cambiamenti anatomici e il flusso sanguigno nei testicoli.

Inoltre, si raccomanda a tutti gli uomini con sospetto di varicocele di effettuare uno spermiogramma per studiare la qualità dello sperma.

Come viene trattato il varicocele?

Nelle fasi iniziali, si può provare a trattare con metodi conservativi e, prima di tutto, rimuovere la causa del varicocele. Ad esempio, il trattamento dei processi infiammatori delle corde e dei testicoli spermatici. Viene anche attribuita la sospensione ( bendaggio di supporto), si consiglia di indossare biancheria intima stretta ed evitare lo sforzo fisico.

Ma sfortunatamente, questo non aiuterà se i vasi sono dilatati e le vene varicose già esistenti. In questo caso, è necessario un intervento chirurgico.

Esistono molti tipi di operazioni che possono essere eseguite con varicocele. Oggi, il trattamento minimamente invasivo è il più popolare. Con l’aiuto di apparecchiature laparoscopiche, attraverso piccole incisioni, viene eseguita la legatura delle vene dilatate. In media, tale operazione non dura a lungo e dopo 1-2 giorni un uomo può tornare a casa.

Anche la sclerosi delle vene viene utilizzata attivamente. Una speciale soluzione medica viene iniettata nella vena varicosa, che incolla la sua parete e, di conseguenza, la vena cessa di funzionare. Di solito l’intera procedura dura fino a un’ora e non richiede una degenza ospedaliera.

Occorre ricordare che il metodo di trattamento è scelto dal medico, in base allo stadio della malattia e alla diffusione del processo, all’età del paziente e alle caratteristiche individuali del corpo. Inoltre, dopo qualsiasi metodo di trattamento, è necessario astenersi dal sollevare pesi, evitare il surriscaldamento e trattare tutte le altre vene dilatate.

Prevenzione del varicocele

Certo, è molto più facile prevenire una malattia che curarla. Pertanto, ci sono molte raccomandazioni preventive per le persone a rischio e tutti gli uomini in generale.

Prima di tutto, è necessario ricordare l’esercizio regolare, ma moderato, questo supporta la salute del corpo nel suo complesso. Evitare di sollevare pesi e coprostasi (stitichezza), questo porta alla tensione dei muscoli addominali e come risultato di una maggiore pressione nelle vene. I rapporti regolari aiutano a migliorare il flusso sanguigno nei genitali degli uomini e mantengono i vasi sanguigni in buona forma, a volte rallentano persino lo sviluppo della malattia nelle fasi iniziali.

Inoltre, non dimenticare il regolare esame preventivo del medico, perché è più facile curare la malattia nelle fasi iniziali.

  • Contattateci

    La maternità surrogata può provocare tante domande, incertezze e preoccupazioni. Non preoccupare! La nostra conoscenza ed esperienza hanno già aiutato alle coppie a far luce su tutti gli aspetti di questo problema. Sarete anche voi i genitori felici con il nostro aiuto!

  • Potresti essere interessato a:
    09.04.2020
    Se ci sia bisogno di un “riposo” tra le procedure di fecondazione in vitro?
    Un riposo nelle procedure di fecondazione in vitro è una delle raccomandazioni della maggior parte dei medici. Alcuni esperti consigliano di sdraiarsi per 15-25 minuti dopo la fecondazione in vitro, altri insistono sulla necessità di limitare l’attività fisica durante il giorno o anche per qualche giorni.
    Maggiori dettagli
    01.07.2019
    Procedura IUI indicazioni e contraindicazioni
    Per concepire, lo spermatozoo deve passare molti ostacoli dalla vagina via canale cervicale ed utero fino a tube di Falloppio. L'unica opportunità per uno spermatozoo eseguire la sua missione con successo è ricevere le tube durante l'ovulazione e fecondare l’ovulo. Normalmente, la melma cervicale impedisce il passaggio degli spermatozoi e solo alcuni possono raggiungere il suo scopo.
    Maggiori dettagli
    31.03.2020
    Consigli da seguire prima di FIVET
    La fecondazione in vitro (FIV) è un metodo di fecondazione assistita che viene utilizzato se una donna avesse dei problemi di concepire. Il concepimento viene eseguito fuori dal corpo di una donna, ma sotto la stretta supervisione degli specialisti.
    Maggiori dettagli
    Richiedere una chiamata
    * Required fields