FSH (Ormone follico-stimolante)

09.07.2021
Categoria:
FSH (Ormone follico-stimolante)
In questo articolo

Che cos’è l’ormone follicolo-stimolante?

L’ormone follicolo-stimolante (FSH) è un ormone gonadotropico glicoproteico che si forma nella ghiandola pituitaria anteriore. È considerato uno dei principali metodi nella diagnosi delle malattie del sistema riproduttivo, non solo nelle donne, ma anche negli uomini.

Nel corpo femminile, l’FSH favorisce lo sviluppo dei follicoli ovarici e dell’uovo nella prima fase del ciclo, la crescita dell’endometrio, la formazione di estrogeni e la sintesi delle cellule granulose di estradiolo. Responsabile della pubertà, dello sviluppo e della crescita di una ragazza durante la pubertà.

Negli uomini, l’ormone follicolo-stimolante attiva un aumento della sintesi del testosterone, lo sviluppo dei condotti seminali e la maturazione degli spermatozoi.
Gli uomini possono essere testati per l’FSH in qualsiasi giorno conveniente. E per le donne, ci sono regole separate per il test. Devi venire in laboratorio rigorosamente al mattino, 4-6 giorni dall’inizio del ciclo. Perché i normali livelli di ormone follicolo-stimolante cambiano durante il ciclo femminile. Inoltre, il suo rilascio viene effettuato a impulsi, circa ogni 3 ore e dipende dagli indicatori di altri ormoni sessuali nel sangue.

Devi eseguire il test del sangue rigorosamente a stomaco vuoto. 3 giorni prima della diagnosi, devi smettere di fumare, allenamento sportivo, alcol. Smetti di assumere farmaci ormonali.

Quando viene prescritto il test FSH?

L’analisi dell’FSH nel sangue consente di stabilire il livello di squilibrio nella regolazione ormonale. È primario (danno diretto alle ghiandole più secretorie) e secondario (violazione nel sistema ipotalamo-ipofisi).

Le principali indicazioni per l’appuntamento sono la diagnosi di infertilità e patologie della spermatogenesi. Utilizzato anche per indicare la causa della pubertà precoce o il suo ritardo nello sviluppo nei bambini e negli adolescenti. Durante i disturbi mestruali (anovulazione, oligomenorrea e amenorrea), anomalie congenite cromosomiche e per verificare l’efficacia della terapia ormonale.

FSH valori normali negli uomini e nelle donne

L’interpretazione degli indicatori di ricerca viene effettuata esclusivamente per uno specialista e questa non è considerata una diagnosi a tutti gli effetti, quindi è impossibile eseguire l’autotrattamento, solo su consiglio di un medico.
L’FSH è considerato un ormone volubile e i livelli cambiano regolarmente a seconda dell’età, della salute e di altri fattori.

Normalmente, nei bambini, il livello dell’ormone follicolo-stimolante aumenta dalla nascita, ma poi diminuisce drasticamente. I ragazzi hanno circa 6 mesi il livello alto e le ragazze circa 1-2 anni. La sua crescita ripetuta si osserva già alla vigilia della pubertà, a seguito della quale aumenta anche la concentrazione degli ormoni sessuali.

Per i ragazzi di età compresa tra 0 e 18 anni, il limite normale è considerato 0,03-3,9 mOd / ml e oltre i 18 anni – 0,95-11,95 mOd / ml. Dopo l’inizio della pubertà negli uomini, la concentrazione di FSH è relativamente costante.

Per quanto riguarda il corpo femminile, fino a 3 anni il livello di FSH nel sangue è di 0,11-13 mO / ml, da 3 a 9 anni è di 0,11-1,6 mO / ml.

Va ricordato che prima dell’inizio della pubertà, la quantità dell’ormone nel corpo di una donna è bassa, e quindi c’è un forte aumento del suo livello. L’FSH stimola la formazione dei caratteri sessuali secondari nelle ragazze e inoltre innesca lo sviluppo delle uova e influenza le mestruazioni. L’ovulazione (il rilascio di un uovo dal follicolo) contribuisce ad un forte aumento della concentrazione di FSH insieme a LH (ormone luteinizzante).

Pertanto, la quantità di follicolo-stimolante dipende dal ciclo mestruale:

  • Fase follicolare: 3,03-8,08 mOd/ml
  • Fase ovulatoria: 2,55-16,69 mOd/ml
  • Fase luteale: 1,38-5,47 mOd/ml
  • Postmenopausa: 26,72-133,41 mOd/ml

Un’elevata quantità di gonadotropine, in combinazione con un basso livello di steroidi sessuali, indica una funzione inferiore delle ghiandole sessuali. E un aumento conferma la loro patologia primaria.

Aumento dei livelli di ormone follicolo-stimolante

In uno stato normale, un aumento dei livelli di FSH si verifica esclusivamente durante la menopausa.

In altri casi, il suo aumento indica tali patologie:

  • ipogonadismo primario, insufficienza testicolare congenita o acquisita negli uomini
  • ipogonadismo ipergonadotropo (nelle donne)
  • insufficienza ovarica prematura (inizio precoce della menopausa)
  • una piccola riserva follicolare (mancanza di ovuli immaturi nelle ovaie)
  • orchite. Il processo infiammatorio nei tessuti testicolari è causato da una natura batterica, virale o lesione
  • insufficienza delle funzioni delle ghiandole sessuali. Indipendentemente dalla causa
  • disgenesia gonadica. Questo è un disturbo congenito anormale dello sviluppo del sistema riproduttivo negli uomini e nelle donne
  • la sindrome di Klinefelter. Una malattia genetica che si verifica nei maschi, a causa della presenza di un cromosoma X sessuale aggiuntivo nel loro DNA
    tumori ipofisari secernenti gonadotropine
  • danno al tessuto testicolare nell’alcolismo
  • sanguinamento uterino disfunzionale
  • intossicazione del corpo
  • resistenza alla gonadotropina
  • influenza dei raggi X
  • assunzione incontrollata di farmaci: liberine, ketoconazolo, levodopa, clonidina, nafarelin, naloxone, fenitoin, pravastatin, cimetidin e altri

È anche possibile aumentare l’FSH sullo sfondo di cambiamenti emotivi o se la donna ha sperimentato un forte stress.

La maggior parte di queste malattie è accompagnata dalla presenza di infertilità, pertanto l’analisi dell’FSH è considerata una delle prime a diagnosticare e determinare la causa.

Basso livello di FSH

Valori bassi confermano la disfunzione dell’ipotalamo o della ghiandola pituitaria. La stessa analisi dell’FSH suggerisce che la composizione dell’ormone nel sangue è ridotta. Questo è tipico per:

  • iperprolattinemia, un aumento dell’ormone prolattina nel sangue
  • amenorrea ipotalamica secondaria
  • una forte perdita di peso corporeo
  • digiuno prolungato
  • nanismo ipofisario, cessazione della produzione di ormone della crescita – somatotropina.
  • ipogonadismo ipogonadotropo
  • obesità
  • sindrome delle ovaie policistiche, e caratterizzato da un cambiamento nella struttura delle ovaie e dalla loro disfunzione
  • la sindrome di Sheehan, necrosi postpartum della ghiandola pituitaria
  • sindrome di Kallman, una malattia genetica che provoca pubertà ritardata e danni all’olfatto
  • ipofunzione dell’ipofisi e dell’ipotalamo
  • assunzione incontrollata di steroidi anabolizzanti, carbamazepina, danazolo, corticosteroidi, estrogeni, contraccettivi orali combinati (COC) e altri

Ormone follicolo-stimolante nelle donne in postmenopausa

Con l’età, la funzione delle ovaie svanisce, gli ormoni nel sangue diventano sempre meno, la funzione riproduttiva di una donna viene disattivata e si verifica la menopausa. Durante questo periodo, la concentrazione di FSH, come l’ormone luteinizzante, aumenta. E normalmente è di 25,8-134,8 mOd / ml.
Ciò è dovuto al fatto che si verificano cambiamenti nel corpo di una donna e in risposta a una diminuzione dell’estradiolo (il principale ormone sessuale di una donna). il livello di FSH aumenta. Ma il suo livello deve ancora essere costantemente monitorato, poiché un raddoppio del livello (rispetto al livello medio di FSH in una donna in età riproduttiva) può indicare un problema.

Potresti essere interessato a:
16.04.2020
FIVET nel ciclo spontaneo
Il primo bambino “da provetta” è nato in Gran Bretagna 42 anni fa per una coppia che ha tentato di diventare genitori per 10 anni senza successo. Furono loro a diventare i primi a provare la tecnica sperimentale in quel momento, che fu una svolta nella medicina. E ai medici è stato assegnato il premio Nobel solo 32 anni dopo la nascita della prima ragazza concepita attraverso la fecondazione in vitro. Ad oggi, oltre 8 milioni dei bambini sono stati nati usando la tecnica unica.
Maggiori dettagli
20.03.2015
Il bambino della provetta
Più di 30 anni sono passati dal giorno quando il primo bambino era nato con l’aiuto di fecondazione artificiale. Durante questi anni la medicina ha fatto l’interruzione reale in sviluppo delle tecnologie riproduttive.
Maggiori dettagli
15.07.2015
I primi bambini sono stati nati in Italia con l’aiuto degli ovuli di donatrici
Meno di un anno fa in Italia è stato annullato il divieto per l’uso degli ovuli di donatrici in programmi per curare la sterilità.
Maggiori dettagli