Dichiarazione del Presidente dell’Ucraina al Parlamento Europeo

01.03.2022
Dichiarazione del Presidente dell’Ucraina al Parlamento Europeo
In questo articolo

Il presidente Volodymyr Zelensky ha dichiarato di credere in vittoria dell’Ucraina nella guerra con la Russia e ha chiesto l’adesione dell’Ucraina all’Unione Europea. Lo ha dichiarato rivolgendolo al Parlamento Europeo tramite la diretta con esso.

“L’ho sentito, e sono contento. Questo stato d’animo è veramente quel che ci unisce. Sono contento che oggi abbiamo unito tutti voi, i paesi dell’Unione Europea, ma non sapevo quanto ci costasse. Ed è una tragedia per me, una tragedia per ogni ucraino, una tragedia per il nostro stato – il prezzo, purtroppo, così alto. Prezzo veramente altissimo – qualche mila di persone uccise. Due rivoluzioni, una guerra e 5 giorni di invasione tragedica da parte della Federazione Russa.
Sapete, non leggo scartoffie perché nel mio paese tutte le scartoffie sono finite. Tutto questo è la realtà. Tutto questo è gente morta, tutto questo è vita reale. E sapete, penso che oggi combattiamo per i valori, per i diritti, per la libertà, solo per il desiderio di avere i diritti uguali, proprio come voi. Come tutti, diamo le nostre persone migliori. Gli ucraini più forti, più resistenti, straordinari.
E spesso ci piace dire che vinceremo tutti. Sono molto contento che ora non ne parli solo, ma lo vedi. E vinceremo sicuramente tutti. Ne sono sicuro.
C’è una tale espressione: “Scelta Ucraina dell’Europa”. Ciò che desideravamo e ciò per cui andavamo avanti, e stiamo andando adesso. Mi piacerebbe molto sentire da voi, da parte vostra a quella nostra, che l’Europa ha scelto l’Ucraina.
Ho solo un paio di minuti per parlarvi, perché abbiamo pause molto brevi a causa dei continui bombardamenti e attacchi missilistici.
Questa mattina è stata tragica per tutti noi. Due missili hanno colpito Kharkiv. Da una città al confine con la Federazione Russa. C’erano sempre molti russi lì,in questa città, ed erano sempre amici, c’erano relazioni molto cordiali. In questa città si trovano più di 20 università. Questa è la città con il maggior numero di università nel nostro paese. I giovani sono brillanti, intelligenti, si riunivano per i raduni sempre per festeggiare tutto nella piazza più grande del nostro paese: Piazza della Libertà. E questa è l’area più grande d’Europa, ed è vero. Questa Piazza della Libertà. Immagina, al mattino, due missili da crociera – sulla Piazza della Libertà. Decine di vittime. Questo è il prezzo della libertà.
Stiamo combattendo per la nostra terra e per la nostra libertà. E credetemi, nonostante il fatto che ora tutte le grandi città del nostro stato siano bloccate, nessuno entrerà nella nostra libertà e nostro stato. Credetemi, ogni piazza da oggi e in poi, nonostante il nome dato, si chiamerà “Piazza della Libertà” in ogni città del nostro stato.
Nessuno ci spezzerà. Siamo forti. Siamo ucraini.
Vogliamo che i nostri figli vivano. Mi sembra che sia giusto. Ieri sono stati uccisi 16 bambini. E ancora, il presidente Putin sta dicendo che questa è una specie di operazione per la liberazione lì e stiamo combattendo solo l’infrastruttura militare. Dove sono i nostri figli? In quali impianti militari lavorino? Su che missili siano? Forse attraversino le città in carri armati ?! Ha ucciso 16 bambini!
Signore e signori, abbiamo un popolo molto motivato. Molto. Stiamo lottando per i nostri diritti, per la libertà, per la vita. E ora stiamo combattendo anche per la sopravvivenza. E questa è la nostra motivazione principale. E stiamo anche lottando per essere membri paritari dell’Europa.
Credo che oggi stiamo dimostrando a tutti che gl siamo. Con noi l’Unione Europea sarà sicuramente più forte.
Senza di voi, l’Ucraina rimarrà da sola. Abbiamo dimostrato la nostra forza, abbiamo dimostrato che siamo almeno siamo pari a voi. Dimostrateci che siete con noi. Dimostrateci che non ci lasciate andare. Dimostrateci di essere veramente europei”

Potresti essere interessato a:
Il presidente Volodymyr Zelenskyj: “In Ucraina la situazione è sotto controllo” 23.02.2022
Il presidente Volodymyr Zelenskyj: “In Ucraina la situazione è sotto controllo”
Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelenskyj si è rivolto al popolo ucraino in merito alla minaccia russa. Ha assicurato che l'Ucraina è impegnata a prendere una soluzione politico-diplomatica e non cede alle provocazioni.
Maggiori dettagli
Ucraini, i quali hanno lasciato il paese, potranno tornare a casa  già tra poco – Zelensky 07.03.2022
Ucraini, i quali hanno lasciato il paese, potranno tornare a casa già tra poco – Zelensky
"Sono sicuro che presto potremo dire alla nostra gente: tornate! Ritornatevi da Polonia, Romania, Slovacchia e tutti gli altri paesi-amici. Tornate indietro, perché non c'è più minaccia", ha detto Zelensky
Maggiori dettagli
Come viene svolto il programma di maternità surrogata VittoriaVita in quarantena ( Aggiornato 06.04.2021) 16.04.2020
Come viene svolto il programma di maternità surrogata VittoriaVita in quarantena ( Aggiornato 06.04.2021)
L'epidemia di Covid-19 ha introdotto i propri adattamenti al lavoro di molte aree della vita delle persone. Oggi vi racconteremo come lavora VittoriaVita per voi in quarantena.Non abbiamo interrotto le nostre attività e continuiamo ad aiutare le coppie infertili a diventare felici.
Maggiori dettagli