Come viene svolto il programma di maternità surrogata VittoriaVita in quarantena ( Aggiornato 06.04.2021)

Come viene svolto il programma di maternità surrogata VittoriaVita in quarantena ( Aggiornato 06.04.2021)
In questo articolo

L’epidemia di Covid-19 ha introdotto i propri adattamenti al lavoro di molte aree della vita delle persone. Oggi vi racconteremo come lavora VittoriaVita per voi in quarantena.

Non abbiamo interrotto le nostre attività e continuiamo ad aiutare le coppie infertili a diventare felici. Naturalmente, abbiamo ottimizzato i nostri normali flussi di lavoro per creare l’ambiente più sicuro possibile per i genitori, la madre surrogata e il bambino.

Dopotutto, vogliamo che tutti siano al sicuro e felici.

Cosa sta succedendo ora in Ucraina?

L’Ucraina è tornata alla quarantena adattiva dal 24 febbraio. Le regioni sono suddivise in zone “verdi“, “gialle“, “arancioni” e “rosse“, in cui le restrizioni di quarantena dipendono dalla situazione epidemica. Le restrizioni di quarantena si applicano in tutta l’Ucraina, che corrispondono al livello “giallo” di pericolo di epidemia, e dureranno dal 24 febbraio al 30 aprile 2021.

Secondo la decisione della Commissione comunale per la sicurezza e le emergenze tecnologiche ed ecologiche le regioni di Ivano-Frankivsk, Chernivtsi, Chernihiv, Zhytomyr, Zakarpattia, Kyiv, Lviv, Mykolaiv, Sumy e Odessa, hanno ottenuto un livello “rosso” di pericolo epidemico della diffusione del COVID-19. A Vinnytsia, Volyn, Dnipropetrovsk, Donetsk, Zaporizhia, Kirovohrad, Luhansk, Poltava, Rivne, Ternopil, Kharkiv, Khmelnytsky, Cherkasy, è stato introdotto un livello “arancione” di pericolo epidemico della diffusione del COVID-19. Dalle ore 00:00 del 20 marzo al 16 aprile (compreso) a Kyiv vengono introdotte le restrizioni epidemiologiche della zona di quarantena “rossa“.

La decisione di ridurre i livelli di pericolo epidemico “rosso“, “arancione” e “giallo” non può essere riconsiderata prima di 14 giorni dalla data di annuncio di tale livello di pericolo epidemico.

Limitazioni in dettaglio

Le misure restrittive vengono inoltre intensificate nelle regioni con un livello “verde” di pericolo epidemiologico.

Nelle regioni dei livelli “verde”, “giallo” e “arancio”: è consentito lo svolgimento degli eventi sportivi senza spettatori e soggetto al rispetto di misure epidemiche.

Amministrazioni locali – avranno accesso ai dati del servizio elettronico “Agisci a casa”. Ciò è necessario per controllare le persone che sono soggette ad autoisolamento o osservazione o che violano le regole di quarantena.

Per il Sistema statale unificato di protezione civile in tutta l’Ucraina, lo stato di “emergenza” continua fino al 31 ottobre 2020.

Come attraversare il confine ucraino per partecipare al programma di maternità surrogata?

VittoriaVita continua a lavorare come al solito, siamo attivamente coinvolti nei programmi di maternità surrogata esistenti e nell’organizzazione dei nuovi programmi. Ovviamente, rispettando la legislazione dell’Ucraina, abbiamo apportato alcune modifiche al nostro lavoro. Uno di questi cambiamenti è l’ incontro dei genitori dall’estero.

Dal 22 marzo, tutti gli stranieri che vogliono entrare nel territorio dell’Ucraina sono tenuti ad avere un test PCR negativo per il coronavirus. Il test deve essere effettuato entro 48 ore prima dell’attraversamento della frontiera.

A sua volta, VittoriaVita si impegna a organizzare e pagare del test PCR per entrambi i genitori, nonché a fornire appartamenti per vivere e aggiungere gratuitamente il numero di giorni richiesto per il test.
Mentre aspettate i risultati del test, potete riposarsi dopo il viaggio e in questo momento prepareremo tutti i documenti legali e vi iscriveremo per il primo consulto medico nella clinica privata. Pertanto, creiamo per voi le condizioni più sicure e confortevoli per il vostro soggiorno in Ucraina per il periodo della stipulazione dei contratti.

Dopo arrivo del risultato negativo del test PCR, andrete immediatamente ad un consulto medico e a firmare i contratti.

Come avviene il ritorno a casa?

Alcuni paesi consentono liberamente il passaggio di persone che tornano dall’Ucraina, anche senza test. Ma ci sono casi in cui, all’arrivo a casa, dovrai eseguire il test PCR per il coronavirus. E in questo caso, VittoriaVita si occupa anche dell’organizzazione e del pagamento della prova. Pertanto, potete tornare a casa senza problemi.

E se non ci fosse un modo di venire?

In questo caso, organizzeremo un incontro online con i nostri consulenti e sarai in grado di firmare contratti a distanza con la garanzia di mantenere il prezzo del programma di maternità surrogata.

Come cambia il prezzo dei programmi?

Fino alla fine ufficiale della quarantena, tutti i prezzi rimangono invariati. Quindi, firmando un accordo, fissi il costo del programma, e di conseguenza non cambia più, anche dopo la fine della quarantena. La condizione principale è la firma di tutti i documenti prima della fine della quarantena.
I prezzi dei programmi sono calcolati individualmente per ogni caso. Per conoscere il tuo costo, contatta i nostri consulenti.

Come funziona VittoriaVita adesso?

Oggi (in agosto) continuiamo a operare normalmente. Stiamo attivamente firmando nuovi contratti: questo mese, abbiamo già firmato 2 contratti a distanza (Spagna e Germania), così come 3 coppie hanno già completato con successo il processo e sono tornate a casa liberamente. Stiamo continuando pienamente i nostri programmi di stimolazione ovarica, coltura e trasferimento di embrioni.

Stiamo osservando dinamicamente le gravidanze esistenti. E al momento, le coppie dagli Stati Uniti, Italia, Francia, Germania, Canada, Gran Bretagna aspettano la loro felicità (i loro figli). Inoltre, le 18 coppie sono ora alla loro ultima visita a Kiev.

Se hai domande o vuoi iscriverti alla prima consulenza, compila il form e ti contatteremo a breve.
Lavoriamo per poter regalarvi la felicità!

Potresti essere interessato a:
08.04.2020
Gravidanza ectopica e fecondazione in vitro: come aver coraggio di effettuare la procedura ancora una volta
Per la salute delle donne, la gravidanza extrauterina è un duro colpo. La questione di una possibile concepimento in futuro rende nervosi quasi tutti. È particolarmente importante valutare le prospettive e i rischi per quelle le donne che pianificano la fecondazione in vitro.
Maggiori dettagli
09.04.2020
Se ci sia bisogno di un “riposo” tra le procedure di fecondazione in vitro?
Un riposo nelle procedure di fecondazione in vitro è una delle raccomandazioni della maggior parte dei medici. Alcuni esperti consigliano di sdraiarsi per 15-25 minuti dopo la fecondazione in vitro, altri insistono sulla necessità di limitare l’attività fisica durante il giorno o anche per qualche giorni.
Maggiori dettagli
27.03.2020
FIVET all'età dopo 40 anni
Alcuni credono che se una donna ha сompiuto 40 anni quindi non sarà in grado di realizzare il sogno della sua vita: diventare la madre. Tuttavia, questa opinione è errata, nonostante il fatto che a questa età la funzione riproduttiva diminuisca e la probabilità di fecondazione dell’ovocito diminuisca.
Maggiori dettagli