Cos’è l’inseminazione intrauterina (IUI)?

Trattamento dell’IUI: indizi e contraddizioni

Per concepire, lo spermatozoo deve passare  molti ostacoli dalla vagina via canale cervicale ed utero fino a tube di Falloppio. L’unica opportunità per uno spermatozoo eseguire la sua missione con successo è  ricevere le  tube durante l’ovulazione e fecondare l’ovulo. Normalmente, la melma cervicale impedisce il passaggio degli spermatozoi e solo alcuni  possono raggiungere  il suo scopo.  L’inseminazione intrauterina è un procedimento medicale che aiuta a superare questi ostacoli.  Con questo aiuto, un maggior numero di spermatozoi incontra gli ovuli e l’opportunità di una gravidanza crescere considerevolmente.

Cos’ è l’inseminazione intrauterina?

L’inseminazione intrauterina (IUI) è uno dei metodi più antichi, ma allo stesso tempo più efficace per il trattamento della sterilità.

Uno sperma purificato dell’uomo/donatore viene deposto in un utero con l’aiuto di un catetere. L’uso del catetere è l’unico momento innaturale di tutta la procedura. Anche l’inseminazione intrauterina è una di tecnologie di  riproduzione assistite,  e  quella che di più assomiglia a un processo naturale di fecondazione.

Cos’ è la purificazione di sperma?

La purificazione di sperma è un procedimento speciale con l’aiuto di quale lo sperma si pulisce di liquido, spermatozoi morti, leucociti, batteri e virus. Allo stesso tempo in laboratorio si scelgono i spermatozoi con la migliore morfologia e mobilità. Per evitare complicazioni durante l’inseminazione intrauterina, i dottori lavorano solo con lo sperma purificata.

Quando è consigliabile  l’inseminazione intrauterina?

Ci sono alcune cause  quando una coppia sposata si permette di usare l’inseminazione intrauterina (compreso le cause di necessità di seme donato).

Per gli uomini:

vv_ico l’uso di un sperma crioconservato;

vv_ico l’uso di un sperma crioconservato per il ritardo di riproduzione;

vv_ico l’ipospadia;

vv_ico oligospermia;

vv_ico oligoastenoteratospermia;

vv_ico l’eiaculazione retrograda;

vv_ico l’infertilità immunologica;

vv_ico la tenacità di plasma seminale.

Per le donne:

vv_ico la sterilità inspiegata;

vv_ico fattore cervicale;

vv_ico l’infertilità immunologica;

vv_ico allergia allo sperma;

vv_ico problemi di ovulazione, che si possono curare;

L’utilizzo d’inseminazione intrauterina con lo sperma di uno donatore è possibile se l’uomo ha  l’azoospermia molto marcata , disturbi dell’eiaculazione, una prognosi medica e genetica sfavorevole o a causa dell’indicazioni medico-sociali per le donne.

Controindicazioni del impiego dell’ inseminazione intrauterina per le donne:             

vv_ico età più di 40;

vv_ico le malattie somatiche o psicologiche che sono incompatibili con la gravidanza;

vv_ico disfunzioni o le patologie dell’utero che non permettono di portare la gravidanza;

vv_ico tumori dell’ovaie;

vv_ico neoformazione maligna in qualsiasi localizzazione;

vv_ico patologie degli ovociti;

vv_ico ginecologiche;

vv_ico infiammatorie croniche.

Complicazioni possibili a causa  dell’inseminazione intrauterina:

Generalmente l’uso dell’inseminazione intrauterina non causa alcun effetto negativo sulla salute del paziente, ma ci vuole prendere in considerazione possibili complicazioni:

vv_ico Allergia alla medicina per stimolazione dell’ovulazione;

vv_ico sindrome d’iperstimolazione ovarica;

vv_ico gravidanza extrauteria o ectopica.

Per utilizzare l’inseminazione intrauterina la coppia deve passare esame medico e fare l’analisi necessarie.

A le donne:

vv_ico il controllo ginecologico generale e speciale;

vv_ico l’analisi del prelievo;

vv_ico l’ ecografia pelvica;

vv_ico l’analisi della cervicale;

vv_ico la conclusione del medico su salute somatica del paziente e l’opportunità di portare la gravidanza;

vv_ico determinazione del gruppo sanguigno e Rh;

vv_ico l’analisi del sangue completo;

vv_ico l’analisi del sangue (IgG, IgM), chlamydia, toxoplasmosi, CMV (citomegalovirus) e rosolia.

vv_ico l’analisi per sifilide, HIV, Epatiti B e C.

A gli uomini:

vv_ico l’analisi della sfilide, Hiv, markers epatite B e C;

vv_ico spermiogramma;

vv_ico determinazione del gruppo sanguigno e Rh;

vv_ico l’analisi dell’infezione.

Non ci sono dubbi, che l’inseminazione intrauterina è  un metodo molto effettivo per curare la sterilità. Grazie a questo procedimento molte coppie diventano i genitori.

Ma, non dobbiamo dimenticare che nessuno può garantire il successo totale di questa programma, molto dipende dall’ età della donna, durazione della sterilità, qualità di sperma, risultati dell’analisi e dei tentativi precedenti di restare incinta con metodo dell’inseminazione intrauterina.