Stipendio e compenso per utero in prestito

Compenso e stipendio per utero in prestito. Cosa significa?

Il stipendio per utero in prestito sottintende il sistema di pagamenti mensili per il suo equilibrio nutritivo e il sostegno materiale durante tutta la gravidanza. Ogni trimestre intero, cioè  sui  3 e 6 mese di gravidanza e dopo la nascita del bambino, come il compenso di perdita del stipendio, la somma per la madre surrogata diventa più grande. Inoltre, la donna sostitutiva è completamente fornita con le vitamine e tutta la medicina necessaria. Tutti i costi per il viaggio, controlli e analisi, i vestiti speciali per le donne incinte sono anche compensati in grandi dimensioni.

Compenso e stipendioDopo la nascita del bambino, quando l’utero in prestito firma tutti i documenti neccesari per registrare il neonato, la somma rimanente si paga alla donna. L’autenticazione notarile di madre surrogata per registrare il bambino a beneficio di genitori biologici come se le garantisce il pagamento del 100% di tutta la somma contrattuale.

Durante il programma, l’utero in prestito è completamente provvista finanziariamente e lei può sempre fare affidamento e l’aiuto dalla nostra agenzia.

Oltre a stipendio, la madre sostitutiva ottiene il compenso speciale ogni trimestre della gravidanza (sui 3,6 mese della gravidanza e dopo la nascita del bambino). Siccome sul ulteriore termine di gravidanza,  l’utero in prestito deve prendere la vacanza a lavoro a proprie spese, in questo caso la perdita del stipendio si compensa.

Com’è detto sopra, il pagamento di compensazione è diviso in 3 parti. Dopo il 3 e 6 mese di gravidanza, la madre in affitto riceve a 20% di tutta la somma. I soldi rimasti si pagano dopo la nascita del bambino.

Questo tipo di pagamento è estremamente conveniente sia per utero in prestito, sia per una coppia. Per  i genitori “committenti” questo è una garanzia particolare dell’esecuzione di tutti gli obblighi da  parte di madre surrogata. Per quanto riguarda la donna sostitutiva, lei non ha bisogno d’aspettare la fine del programma per ricevere il sostegno materiale.

In caso di taglio cesareo o a causa dell’apparizione di complicazioni durante la  gravidanza o il parto, certamente, i compensi materiali supplementari si pagano alla mamma in affitto.