Prove della maternità surrogata. Analisi e controlli per coniugi

Prove e controlli per iniziare il programma di maternità surrogata

Secondo la Legge #787 a partire del 09.09.2013 c’è una lista speciale dei controlli e le prove della maternità surrogata che i coniugi devono passare per usare le tecniche di PMA (Procreazione Medicalmente Assistita).

Prove femminili per il programma di maternità surrogata

Obbligatori:

  1. Conclusione del medico generico sulla salute somatica della donna e l’assenza di qualsiasi controindicazione a portare la gravidanza.
  2. Gruppo sanguigno e Rh-fattore.
  3. Analisi del sangue generali.
  4. Coagulograma.
  5. Analisi per la sifilide, HIV (virus dell’immunodeficienza umana), Epatite B e C (effettivi 3 mesi);
  6. Analisi del sangue IgG, IgM per toxoplasmosi, clamidia, citomegalovirus e rosolia.
  7. Esame batterioscopico di perdite dell’uretra, vagina e canale cervicale.
  8. Esame citologico di prelievo del collo uterino;
  9. Controllo ginecologico complesso.
  10. Ultrasonografia dei organi pelvici.
  11. Esame del sangue per l’ormone antimulleriano, prolattina, follitropina, l’ormone luteinizzante, progesterone, estradiolo.

Supplementari (sulla richiesta del dottore):

  1. Esami dell’utero: isterosalpingografia, laparoscopia, isteroscopia.
  2. Colposcopia.
  3. Biopsia dell’endometrio.
  4. Esame batteriologico del materiale dell’uretra e canale cervicale;
  5. Esame del sangue per testosterone, cortisolo, tirossina, triiodotironina, tirotropina, somatotropina.
  6. Controllo del livello di glucosio nel sangue.
  7. Esame urino-genitale.
  8. Esame dell’infezioni TORCH.
  9. Conclusioni di altri dottori;
  10. Cariotipo.
  11. Fluorografia.
  12. Ultrasuono di ghiandola tiroidea e organi interiori.
  13. Ultrasuono di ghiandola mammaria per le donne al di sotto dei 40 anni.
  14. Mammografia per le donne sopra  40 anni.
  15. Esame biochimico  del sangue: bilirubina, prove renali ed epatiche, glucosio.
Prove maschili per il programma di maternità surrogata

Obbligatori:

  1. Gruppo sanguigno e Rh-fattore.
  2. Analisi per la sifilide, HIV (virus dell’immunodeficienza umana), Epatite B e C (effettivi 3 mesi);
  3. Spermiogramma.
  4. Fluorografia.

Supplementari (sulla richiesta del dottore):

  1. Consultazione dell’andrologo.
  2. Cariotipo, consultazioni medico-genetici e altri esami molecolari e genetici.
  3. Esame dell’infezioni TORCH.
  4. Esame del sangue per testosterone, tirossina, triiodotironina, tirotropina, prolattina, follitropina, l’ormone luteinizzante,
  5. Esame del DNA.
  6. MAR-test.