Percento dei bambini nati con fecondazione in-vitro

Comments: 0 | giugno 9th, 2015

Statisticamente, 1,5% dei bambini americani nascono con l’aiuto di fecondazione in-vitro

Nel 2013 più di 1,5% dei bambini americani sono stati nati con l’iuto di tecnologia di fecondazione in-vitro. Tali dati sono provvisti dalla Comunità dell’aiuto con tecnologie riproduttive degli Stati Uniti.

Ogni anno il numero dei bambini nati attraverso la tecnologia di fecondazione in-vitro aumenta costantemente negli Stati Uniti. Cosi, nel 2013 già circa 1,5% di tutti i bambini sono stati nati grazie a fecondazione in-vitro e il numero di gemelli o tre gemelli tra di loro è diminuito considerevolmente. Nel 2013, sono stati effettuati circa 174 962 tentativi di FIVET che condusse alla nascita di 63 286 bambini, com’è riferito nel rapporto. Secondo previsioni di esperti, il numero dei bambini concepiti in questo modo crescerà e sarà presto confrontato con i concezioni tradizionali.

Questi indicatori (FIVET e produttività) mostrano la crescita insignificante in confronto a dati simili del 2012. Quasi tutti questi bambini sono stati concepiti con l’aiuto di fecondazione in-vitro e il solo meno di 1% è stato nato grazie a tecnici di trasferimento dei gameti in un tubo uterino o attraverso il trasferimento di zigoti in un tubo uterino che sono più invasivi, che la FIVET.

Il più grande successo di procedura di fecondazione in-vitro  è osservato a giovani sotto 35 anni. Le donne usano i  propri ovuli freschi  e questo conduce al 40% di concezioni di successo. Invece, quando le donne usano gli ovuli congelati, il livello di successo arriva al 44%. Comunque con l’aumento dell’età della donna il coefficiente di successo è diminuito. Dunque, da 38 a 40 anni è diminuito al 35%, a donne da 41 a 42 anni al 31%, e a donne più di 43 al 21%.

Comments

comments