Nei quali casi utilizza le uova donate?

Comments: 0 | dicembre 14th, 2017

A volte i nostri desideri di avere figli sono impossibili a causa di cause fisiche o malattie. Ma le moderne tecnologie di riproduzione assistita fino ad oggi possono aiutare anche quelle coppie che non hanno l’opportunità di avere i propri figli di proprietà genetica. Questo articolo sarà dedicato alle domande sulla donazione di uova.

In quali casi vengono utilizzate le uova del donatore? Quali indicazioni mediche esistono?

La donazione di uova è l’unico modo per avere figli per quelle coppie, quelle donne che non hanno ovaie o hanno ovaie di qualità molto bassa e povera. Le cause di tali situazioni possono essere o l’assenza congenita delle ovaie, o perdita di ovaie a seguito di interventi chirurgici sui genitali femminili. Può anche essere l’esaurimento ovarica legato all’età, potrebbe anche essere l’esaurimento prematuro delle ovaie associato a una particolare predisposizione genetica di una donna. Le uova di donatore sono necessarie quando c’è un alto rischio di ereditare malattie associate al sesso femminile. Le uova dei donatori hanno bisogno quando in virtù della realizzazione di programmi di fecondazione in vitro ci troviamo di fronte al fatto che all’interno delle ovaie non c’è uovo. Riceviamo una risposta all’introduzione di farmaci, ma è o insufficiente, che si forma nelle ovaie di una o due uova, o durante l’estrazione di uova, non otteniamo materiale genetico.

I programmi dei donatori possono essere utili a coloro con cui l’esperienza di più tentativi falliti di fecondazione in vitro, nel questo caso la situazione sorge quando le uova di una donna non vengono fecondate dagli spermatozoi, o sono fecondate non è corretto. E come risultato di questi programmi, non possiamo trasferire embrioni degni di buona qualità nell’utero. E infine, possono essere situazioni in cui semplicemente non riusciamo a capire la ragione perché la coppia è più volte senza successo avviene la fecondazione in vitro e non c’è la gravidanza.

Come trovare un donatore di ovociti?

È possibile contattare la banca delle uova del donatore, che di solito si trovano nei centri che si occupano di problemi di infertilità e conducono programmi di fecondazione in vitro. È possibile contattare l’operatore, impegnato nei programmi di IVF, di donazione di ovociti o di maternità surrogata. Il vantaggio di questo metodo è che i donatori di ovociti sono selezionati da persone appositamente addestrate, garantire l’affidabilità di questi donatori e rimuovere i problemi di remunerazione e organizzazione del lavoro con questi donatori. Nel risultato di tali programmi nel centro sono pazienti, le coppie ricevono le uova da donatori giovani, sani e con molti sondaggi.

La donna donatrice sa a chi sono state donate le ovaie? Ha il diritto ad un bambino concepito con l’aiuto delle sue uova?

Per legge, i donatori non hanno alcun diritto su un bambino nato dall’uso delle sue uova, non ha diritto di avanzare pretese di proprietà, morali a quelle persone, chi ha usato le uova di donatore. Concludiamo accordi obbligatori con donatori di ovuli, per il quale si impegnano a soddisfare tutti i requisiti associati all’attuazione del programma, e inoltre si impegnano a non essere interessato ai risultati dell’uso delle loro uova, la nascita dei bambini, da alcuni dati personali di una coppia sposata che si e` rivolto a loro per chiedere aiuto. Tutto ciò è formalizzato sotto forma di consenso informato, un accordo tripartito tra la clinica, un donatore di uova e una coppia. E se questi documenti non sono firmati, o se ci sono alcuni domande reciproche, il programma non viene eseguito. Alle coppie sposate a volte molto difficile, a volte non è facile prendere una decisione sull’uso di un uovo da donatore. Ma se questa decisione è presa, allora non vale la pena di dubitarne.

La nostra pratica mostra che quando una donna ha una gravidanza, lei presto dimentica completamente di come è nato questo bambino.

Comments

comments

Leave a Reply