Genitori surrogati o genitori “committenti”.

Genitori surrogati o “committenti”. Chi sono i genitori “committenti”?

Quando si parla della maternità surrogata uno degli errori più comuni e conosciuti è chiamare i futuri genitori d’un bambino nato da una madre sostitutiva, surrogati. Chi sono i genitori surrogati? Sarete voi considerati i veri genitori del vostro bambino, a dispetto che la madre surrogata, ma non voi darà la vita al neonato?

In generale, i genitori surrogati sono una coppia sposata quale prende cura del bambino quando i loro padre e la madre di sangue sono incapaci di farlo.

In certi casi, tali genitori possono assumere tutti i diritti e anche i doveri del padre e della madre legali del bambino spontaneamente o dopo la decisione del corte.

Nel maggior  parte dei casi, genitori surrogati sono cosiddetto “genitori-educativi”  chi sono attaccati ai  figli orfani con alcuni problemi di sviluppo o, al inverso, ai bambini  di un grande talento per il periodo di studio. I genitori surrogati aiutano ai bambini solo a studiare (cooperano con insegnanti, educazione, aiutano a fare i compiti), pero non sostengono mai i bambini finanziariamente. I genitori surrogati non sono mai considerati come i genitori veri del bambino per la mancanza di rapporto genetico.

Quando si utilizza il detto genitori “committenti”, parliamo d’una coppia sposata che ha i problemi con la salute e  può avere i loro proprio bambino solo grazie al programma della maternità surrogata. Solo i parenti “committenti” sono considerati come i veri genitori del bambino, siccome i loro gameti (in necessità anche i gameti del donatore) si usano per fecondazione artificiale. Non ci sono dubbi che in certi casi, la maternità surrogata è un’opportunità unica per le coppie che non possono avere i figli di fare diventare il loro sogno reale.